I Patagonia nascono in una giornata piovosa dell'inverno 2009. Le cronache ci narrano di un cantante armonicista alle prese con una data fissata prima ancora di aver trovato i musicisti necessari a formare una band... Da queste singolari circostanze prende vita un progetto ambizioso e affascinante: compiere una rivisitazione del repertorio classico del blues, seguirne il complesso intreccio fatto di evoluzioni e contaminazioni; parallelamente, addentrarsi nella composizione di brani inediti, per completare un percorso in grado di andare possibilmente oltre la semplice riproposizione di ciò che è già noto. Nel 2010 si arriva alle registrazioni della prima demo, nella quale spicca - tra la cover version dell'intramontabile Crossroads e dell’energica Make My Getaway di Charlie Musselwhite - il brano I’m Rollin’, primo inedito della band. E poi i numerosi concerti, vero punto di forza dei Patagonia. Più di recente il sound dei Patagonia si è arricchito di sfumature country e bluegrass (di qui il passaggio da “Patagonia Blues" a “Patagonia Dirty Country Band"). Anche in questo caso l'avvicinamento alle latitudini del country è avvenuto all'insegna di un'interpretazione e di una rielaborazione assolutamente personale, che hanno come obiettivo quello di rendere viva e attuale una tradizione antica.